Comunicato stampa

Nuovo atto d’obbedienza anticipata del Consiglio federale di fronte all’UE

L’applicazione della direttiva UE sulle armi, che la maggioranza del Consiglio federale ha approvato, costituisce una volta di più un allineamento servile e inutile alla volontà di Bruxelles.

Non soltanto la consigliera federale Simonetta Sommaruga ignora bellamente le prese di posizione, tanto numerose quanto fondate, di diversi ambienti svizzeri, ma si appresta anche a inasprire in parecchi punti il diritto svizzero sulle armi, peraltro già severo, mentre che l’applicazione della direttiva UE non l’esige minimamente. Lo scopo è, come sempre, di farsi benvolere dai funzionari di Bruxelles. Il fatto che questa riforma metta sotto pressione delle cittadine e dei cittadini onesti senza apportare il benché minimo aumento di sicurezza, non sembra interessare la maggioranza del Consiglio federale. L’UDC adotterà una posizione molto critica di fronte a questo progetto e combatterà con determinazione qualsiasi inasprimento inutile del nostro diritto sulle armi. Se non riuscirà a correggere questo progetto a livello parlamentare, l’UDC considererà il sostegno a un referendum.

Link alla risposta alla procedura di consultazione (tedesco)

Altro su questo tema
Discorso
Condividi articolo
13.08.2019, di Mauro Tuena
Molti partiti politici parlano volentieri di sicurezza, ma si defilano altrettanto regolarmente quando si tratta di adottare... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
13.08.2019
Come semplice uomo della strada, posso confermare le dichiarazioni fatte finora. Come hanno giustamente rilevato la signora... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
13.08.2019
Gli attentati all’integrità sessuale stanno aumentando considerevolmente. Una violenza che porta questo nome: non integrazione. continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Media

Più pluralità, meno Stato.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo