Comunicato stampa

Chi rifiuta il tampone e ha l’obbligo di lasciare il paese non può sottrarsi all’espulsione

È scioccante che sempre più richiedenti asilo respinti, criminali stranieri e altri che sono obbligati a lasciare il paese evitano l’espulsione rifiutando di fare il tampone del coronavirus. Il gruppo parlamentare dell’UDC Svizzera chiede una modifica della legge in modo che in questi casi i tamponi richiesti per viaggiare possano essere eseguiti obbligatoriamente.

Nella sua riunione a Wetzikon (ZH), il gruppo parlamentare dell’UDC ha chiesto all’unanimità una modifica della legge federale sugli stranieri e sull’integrazione. In particolare, l’obiettivo è quello di creare una base giuridica per l’esecuzione obbligatoria di tamponi Covid 19 sugli stranieri se questo è necessario per l’esecuzione di un allontanamento o di un’espulsione dal paese. Questo cambiamento nella legge è urgente perché sempre più richiedenti asilo respinti o stranieri altrimenti obbligati a lasciare il paese resistono al loro rimpatrio rifiutando un tampone. Questo nella consapevolezza che non potranno entrare nei loro paesi d’origine senza essere testati.

L’UDC si oppone alla sinistra che vorrebbe esentare i bambini sotto i 16 anni dall’obbligo del tampone. Questo apre la porta agli abusi: le famiglie possono impedire il rimpatrio rifiutando il tampone per i loro figli minori di 16 anni o incitando il bambino a non farsi testare. Il fatto che gli stessi circoli che vogliono vessare la popolazione svizzera con test di massa nelle scuole e un’estensione dell’obbligo di certificato rifiutano i test per coloro che devono lasciare il paese è ipocrita secondo l’UDC.

PostFinance: nessuna attività di credito senza privatizzazione
Per quanto riguarda PostFinance, il gruppo parlamentare UDC si è pronunciato all’unanimità affinché PostFinance non possa entrare nel settore dei prestiti e delle ipoteche fino alla sua privatizzazione. Il gruppo dell’UDC respinge la proposta del Consiglio Federale di revocare immediatamente il divieto di concedere ipoteche e prestiti e solo in seguito di privatizzare PostFinance passo dopo passo. Questo approccio comporta il rischio che la privatizzazione alla fine non avvenga mai e che si crei un concorrente statale per i privati. Inoltre, una revoca immediata del divieto di mutui e prestiti sarebbe incostituzionale.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Marco Chiesa
Una storia di successo lunga 731 anni: In nessun altro Paese i cittadini godono di tanta libertà,... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Peter Keller
Il Consiglio federale e gli altri partiti stanno abbandonando scelleratamente la neutralità. Così facendo, mettono in pericolo... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Thomas Matter
La nostra fornitura di energia elettrica è già seriamente compromessa quest'inverno. Oltre a una politica energetica sbagliata,... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo