Comunicato stampa
Conferenza stampa del 21. Luglio 2022

Crisi energetica: il piano segreto della sinistra e dei Verdi sta per realizzarsi

La Svizzera sta affrontando una crisi energetica di proporzioni senza precedenti, con conseguenze catastrofiche per tutti. Gli unici ad esserne felici sono la sinistra e i verdi. Dopo il Lockdown causato dal coronavirus, la sinistra sta pianificando un Lockdown energetico per il prossimo inverno. Il loro obiettivo: la rieducazione della popolazione e l’espansione di una eco-dittatura statale. L’UDC si oppone risolutamente e presenta il suo catalogo di richieste per un approvvigionamento energetico sicuro, economico ed indipendente.

La carenza di elettricità era già considerata uno dei maggiori rischi per la Svizzera prima della guerra in Ucraina. Il motivo per cui il nostro Paese si sta avviando verso una catastrofe elettrica è la politica energetica della sinistra rosso verde. Sin dal voto sull’inadeguata Strategia Energetica 2050, l’UDC metteva in guardia dai problemi di approvvigionamento e dai costi elevati, al contrario degli altri partiti, che si sono lasciati prendere in giro.

Oggi non c’è più nessun motivo per scherzare: l’energia e l’elettricità scarseggiano e da ottobre in poi in Svizzera potrebbe fare freddo e buio. Con conseguenze catastrofiche per tutti noi: poca elettricità significa caos, povertà, fame, freddo, morte.

Solo la sinistra e i verdi stanno probabilmente facendo salti di gioia: “Il loro piano segreto per rieducare la popolazione e costruire un’eco-dittatura di Stato sta funzionando”, afferma il presidente del gruppo parlamentare Thomas Aeschi. E la consigliera nazionale Esther Friedli aggiunge: “Dopo il lockdown causato dal coronavirus, stanno preparando un lockdown energetico per la popolazione e le imprese per il prossimo inverno”.

Il PS, i Verdi e i Verdi Liberali vogliono rieducare la popolazione attraverso il portafoglio. Secondo la vicepresidente dell’UDC, Céline Amaudruz, la sinistra del lusso non è preoccupata che le persone a basso reddito ne risentano. “Al contrario, con le loro politiche antisociali fanno in modo che solo i ricchi possano permettersi energia, viaggi e mobilità a sufficienza”.

La situazione è grave. “Ciò che serve ora è una chiara responsabilità di leadership, invece di sogni rossoverdi”, afferma il presidente dell’UDC Marco Chiesa, rinnovado la richiesta dell’UDC del gennaio 2022: “La responsabile del dossier, la Consigliera Federale Sommaruga, deve ora nominare immediatamente un generale dell’energia per elaborare varianti di soluzione per un approvvigionamento energetico sicuro, indipendente ed economico”.

Inoltre, l’UDC Svizzera richiede le seguenti misure:

  • 20 miliardi di franchi devono essere investiti in un approvvigionamento energetico sicuro, economico e indipendente. Gli investimenti devono essere utilizzati per garantire l’elettricità durante l’inverno.
  • Continuare a far funzionare le centrali nucleari esistenti.
  • Eliminazione di tutti i divieti tecnologici.
  • Gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 devono essere rimandati a favore di un approvvigionamento energetico domestico sicuro e conveniente.
  • Pianificazione e realizzazione immediata di centrali nucleari di ultima tecnologia (ad es. mini-reattori).
  • Il diritto di ricorso delle organizzazioni riguardanti l’espansione dell’energia idroelettrica deve essere sospeso fino a quando l’approvvigionamento energetico in Svizzera non sarà nuovamente garantito. Le pareti dei bacini idrici dovrebbero essere rialzate immediatamente, ove possibile.
  • L’approvvigionamento energetico, in particolare con l’energia nucleare, è un compito di importanza nazionale e dovrebbe avere le corrispondenti priorità legali.
  • Impianti di stoccaggio del gas in Svizzera.
  • La Consigliera federale Sommaruga e i suoi colleghi sono in vacanza invece di affrontare la situazione dell’approvvigionamento del Paese. Il Consiglio federale deve riprendere immediatamente i suoi lavori, così come il personale amministrativo ben retribuito del DATEC.

La situazione straordinaria richiede un vertice straordinario speciale all’inizio di agosto. L’UDC Svizzera chiede al Consiglio Federale di invitare i partiti, i fornitori di energia e le associazioni economiche e di presentare un piano d’azione chiaro su come garantire l’approvvigionamento energetico in Svizzera: a breve termine per questo inverno e per il futuro.

Alla documenti di posizione (FR)

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Marco Chiesa
Una storia di successo lunga 731 anni: In nessun altro Paese i cittadini godono di tanta libertà,... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Thomas Matter
La nostra fornitura di energia elettrica è già seriamente compromessa quest'inverno. Oltre a una politica energetica sbagliata,... continua a leggere
Conferenza stampa
Condividi articolo
21.07.2022
La Svizzera sta affrontando una crisi energetica di proporzioni senza precedenti, con conseguenze catastrofiche per tutti. Gli... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo