Comunicato stampa

È indispensabile salvare l’AVS

Il Consiglio federale ha messo in consultazione il suo progetto di stabilizzazione dell’AVS (AVS 21). L’AVS è l’istituzione sociale più importante della Svizzera. Bisogna quindi garantirla finanziariamente, senza tuttavia caricare la generazione attiva di massicci prelievi supplementari. L’UDC s’impegna perciò a che la parificazione dell’età di pensionamento delle donne e degli uomini a 65 anni sia già inclusa nel Progetto fiscale 17.

L’UDC chiede una riforma che non sia unicamente finanziata da nuove entrate fiscali. Legando il progetto di stabilizzazione dell’AVS al Progetto fiscale 17, il Consiglio degli Stati ha puntato unicamente su delle entrate supplementari (aumento della quota federale e dei prelievi sui salari). L’UDC chiede che l’adeguamento dell’età di pensionamento delle donne a 65 anni si introdotto anche nel Progetto fiscale. Essa rifiuta, per contro, la compensazione che il Consiglio federale propone nelle sue due varianti, perché ciò annullerebbe l’effetto della parificazione dell’età di pensionamento. La fase di transizione non deve durare più di due anni. L’UDC esige inoltre che, oltre alla franchigia attuale accordata agli attivi ultrasessantacinquenni e alla flessibilizzazione prevista dell’età di pensionamento, la Confederazione introduca anche delle agevolazioni fiscali che incentivino la gente a lavorare al di là del limite d’età ordinario.

Tenuto conto della buona situazione finanziaria della Confederazione e, di conseguenza, delle rivendicazioni della sinistra a favore di un’ulteriore estensione del nostro sistema sociale, è il momento di dimostrare da che parte si sta. Bisognerà impegnare dei fondi federali supplementari – come nella combinazione del progetto fiscale e del progetto AVS – per garantire in modo duraturo l’AVS. L’UDC si oppone quindi a un aumento dell’IVA.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
03.07.2019
Il Consiglio federale ha presentato oggi (03.07.2019) le sue proposte per la riforma dell’AVS. L’UDC accoglie favorevolmente... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
02.07.2019
Il progetto di modernizzazione della previdenza professionale (LPP) presentato oggi dai sindacati e dall’Unione padronale è inaccettabile... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
28.06.2019
La Commissione UE non ha apparentemente intenzione di prolungare l’equivalenza borsistica. Essa aumenta la pressione sulla Svizzera... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo