Comunicato stampa

E ora combattiamo la funesta legge sull’energia!

L’UDC prende atto con soddisfazione del voto delle cittadine e dei cittadini a favore di un approvvigionamento energetico vantaggioso, sicuro e sufficiente, e contro un divieto precipitoso e sconsiderato della tecnologia nucleare. L’UDC si concentrerà ora sul referendum contro la funesta legge sull’energia. Gli argomenti che sono serviti a combattere l’iniziativa per l’abbandono del nucleare si applicano a maggior ragione alla legge sull’energia.

La legge sull’energia va ben oltre la questione dell’approvvigionamento elettrico della Svizzera. Essa concerne tutto il consumo d’energia che sarà statalizzato e regolamentato. Secondo queste disposizioni di legge, il consumo d’energia di noi tutti sarà ridotto del 43% entro il 2035, mediante un massiccio rincaro dell’olio da riscaldamento, della benzina, del carburante Diesel e del gas. Delle norme che impongono onerosi rinnovamenti rincareranno le nuove costruzioni, obbligando forti investimenti, come pure una messa sotto tutela dei cittadini e un’imposizione fiscale supplementare di economie domestiche e imprese, ecco le conseguenze di questa legge. La nuova legge sull’energia costerà circa 200 miliardi di franchi, ossia circa 3’200 franchi l’anno per economia domestica.

È contro questa regolamentazione eccessiva dell’approvvigionamento energetico e contro l’interventismo dello Stato che l’UDC ha lanciato il referendum nell’ambito di un comitato interpartitico.

Firmate ancora oggi il referendum:

>> Formulario delle firme (PDF)

>> Sito Internet del comitato interpartitico

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
17.04.2019
Nonostante che il popolo abbia chiaramente approvato l’impiego di investigatori da parte delle assicurazioni sociali, il consigliere... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
30.03.2019, di Guy Parmelin
È la prima volta che ho l’occasione di rivolgermi a voi quale svizzero ministro dell’economia. Sono molto... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
30.03.2019, di Magdalena Martullo-Blocher
L’accordo-quadro istituzionale è tutto salvo che tagliato su misura. Non una sola volta, i sarti dell’UE, hanno... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Agricoltura

Per una produzione indigena.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5
Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo