Comunicato stampa

Gravi accuse contro la candidata al Tribunale federale Marianne Ryter – il gruppo parlamentare UDC chiede che l’elezione dei giudici sia rinviata alla sessione autunnale del 2021

Marianne Ryter (PS), presidente del Tribunale amministrativo federale, si candida come giudice federale a pieno titolo. A causa delle gravi accuse contro di lei in qualità di presidente della Corte in un presunto caso di mobbing presso il Tribunale amministrativo federale, il gruppo parlamentare dell’UDC chiede all’unanimità che questa elezione sia rinviata alla sessione autunnale del 2021 per chiarire più a fondo la fattispecie. Una mozione in questo senso è stata presentata in Commissione giudiziaria.

Il gruppo parlamentare dell’UDC è stato informato che un incarto di diverse centinaia di pagine è stato conservato per anni su almeno un giudice del Tribunale amministrativo federale. La presidente del Tribunale amministrativo federale, Marianne Ryter (PS), sarebbe a conoscenza dell’esistenza di questa scheda dal luglio 2020. Nella sua funzione di presidente del tribunale, si presume che abbia violato il suo dovere di diligenza come presidente del tribunale e che non abbia avviato un procedimento immediato né abbia incaricato un organismo indipendente di indagare sulle accuse a questo proposito. Invece, si dice che abbia commissionato il dipartimento stesso in cui è stato aperto l’incarto a indagare, indagine che dura da anni senza alcun chiarimento in merito alle accuse.

Nella sua riunione dell’8 giugno 2021, il gruppo parlamentare dell’UDC ha ascoltato Marianne Ryter nel contesto della sua candidatura a giudice federale a pieno titolo e l’ha confrontata con le accuse a questo proposito. Le accuse rivolte al presidente della Corte amministrativa federale non hanno potuto essere confutate.

Per il gruppo UDC, la presunzione di innocenza naturalmente si applica. Tuttavia, si tratta di accuse gravi che rendono imperativo che siano chiarite completamente prima di qualsiasi elezione alla più alta istanza giuridica svizzera. Il gruppo UDC chiede quindi che l’elezione di questo giudice sia rinviata alla sessione autunnale del 2021. La mozione corrispondente è stata presentata durante la riunione del Commissione giudiziaria del 9 giugno 2021.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
22.10.2021
Nella sua riunione odierna a Villars-le-Terroir (VD), il Comitato centrale dell’UDC ha deciso di agire contro le... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
21.10.2021
Solo dal mese di gennaio 2021, 21 donne sono state uccise in Svizzera. Gli autori stranieri provenienti... continua a leggere
Conferenza stampa
Condividi articolo
15.10.2021
Insieme al proprio movimento giovanile, l'UDC ha lanciato oggi la campagna contro l'inasprimento della legge Covid-19. Alla conferenza... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo