Comunicato stampa

I delegati dell’UDC vogliono lanciare un’iniziativa per limitare l’immigrazione, prima della fine dell’anno

I delegati di UDC Svizzera hanno discusso, il 24 giugno 2017 a Lausen (BL), sulle possibilità di arrestare l’immigrazione, secondo le varianti proposte dal Comitato del partito. L’immigrazione deve essere ripresa in mano e l’errato principio della libera circolazione delle persone deve essere denunciato.

I delegati di UDC Svizzera hanno dato i seguenti mandati al comitato del partito:

  • Le due varianti qui sotto di una “iniziativa popolare per limitare l’immigrazione (titolo provvisorio) sono approvate per la prosecuzione dei lavori;
  • L’assemblea dei delegati incarica il comitato del partito di formulare definitivamente l’iniziativa popolare, di coordinarla con l’ASNI e di lanciarla al più tardi entro la fine del 2017.


Variante 1: Rescissione

L’accordo di libera circolazione delle persone del 21.06.1999 con l’UE e i suoi  Stati membri deve essere rescisso al più tardi 12 mesi dopo l’accettazione dell’iniziativa da parte di popolo e cantoni.

Variante 2: La regolamentazione dell’immigrazione è di esclusiva competenza della Svizzera

La regolamentazione dell’immigrazione è di esclusiva competenza della Svizzera.

La Confederazione non può d’ora in avanti più stipulare dei trattati internazionali che accordano la libera circolazione delle persone a cittadini di Stati stranieri e dei trattati esistenti non possono essere adeguati o estesi in contraddizione con questa norma.

L’accordo di libera circolazione delle persone del 21.06.1999 con l’UE e i suoi Stati membri deve essere eliminato – se necessario mediante una rescissione – in modo che sia abrogato al più tardi 12 mesi dopo l’accettazione dell’iniziativa popolare.

 

>> Saluto del presidente Albert Rösti
>> Discorso di Christoph Blocher
>> Discorso di Adrian Amstutz
>> Discorso di Marco Chiesa
>> Discorso di Caspar Baader

 

Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
03.02.2020
Pubblicando oggi la sua statistica dell’asilo, la Confederazione cerca, come d’abitudine, di minimizzare le conseguenze disastrose della... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
31.01.2020, di Marcel Dettling
Un milione di persone è affluito in Svizzera durante gli ultimi 13 anni. 8'544'000 persone vivono oggi... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
31.01.2020, di Albert Rösti
Il 17 maggio prossimo voteremo sull’iniziativa per la limitazione che è stata lanciata dall’UDC e dall’ASNI. Ci... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Agricoltura

Per una produzione indigena.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo