Comunicato stampa

I delegati dell’UDC vogliono lanciare un’iniziativa per limitare l’immigrazione, prima della fine dell’anno

I delegati di UDC Svizzera hanno discusso, il 24 giugno 2017 a Lausen (BL), sulle possibilità di arrestare l’immigrazione, secondo le varianti proposte dal Comitato del partito. L’immigrazione deve essere ripresa in mano e l’errato principio della libera circolazione delle persone deve essere denunciato.

I delegati di UDC Svizzera hanno dato i seguenti mandati al comitato del partito:

  • Le due varianti qui sotto di una “iniziativa popolare per limitare l’immigrazione (titolo provvisorio) sono approvate per la prosecuzione dei lavori;
  • L’assemblea dei delegati incarica il comitato del partito di formulare definitivamente l’iniziativa popolare, di coordinarla con l’ASNI e di lanciarla al più tardi entro la fine del 2017.


Variante 1: Rescissione

L’accordo di libera circolazione delle persone del 21.06.1999 con l’UE e i suoi  Stati membri deve essere rescisso al più tardi 12 mesi dopo l’accettazione dell’iniziativa da parte di popolo e cantoni.

Variante 2: La regolamentazione dell’immigrazione è di esclusiva competenza della Svizzera

La regolamentazione dell’immigrazione è di esclusiva competenza della Svizzera.

La Confederazione non può d’ora in avanti più stipulare dei trattati internazionali che accordano la libera circolazione delle persone a cittadini di Stati stranieri e dei trattati esistenti non possono essere adeguati o estesi in contraddizione con questa norma.

L’accordo di libera circolazione delle persone del 21.06.1999 con l’UE e i suoi Stati membri deve essere eliminato – se necessario mediante una rescissione – in modo che sia abrogato al più tardi 12 mesi dopo l’accettazione dell’iniziativa popolare.

 

>> Saluto del presidente Albert Rösti
>> Discorso di Christoph Blocher
>> Discorso di Adrian Amstutz
>> Discorso di Marco Chiesa
>> Discorso di Caspar Baader

 

Altro su questo tema
Discorso
Condividi articolo
30.03.2019, di Magdalena Martullo-Blocher
L’accordo-quadro istituzionale è tutto salvo che tagliato su misura. Non una sola volta, i sarti dell’UE, hanno... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
30.03.2019
Ancora una volta sentiamo le messe in guardia o, più esattamente, le minacce dei grandi gruppi industriali... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
30.03.2019, di Jean-François Rime
La direttiva UE sulle armi (direttiva 91/477/CEE sul controllo, l’acquisizione e la proprietà di armi) è stata... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5
Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo