Comunicato stampa

Il Consiglio federale agisce contro il popolo e i cantoni

La maggioranza del Consiglio federale ha deciso di opporre un controprogetto all’iniziativa “RASA” invece di semplicemente respingere questo testo. Questa iniziativa mira ad annullare la decisione del popolo del 9 febbraio 2014 contro l’immigrazione di massa. Il governo fa dunque un passo nella direzione degli iniziati visti allo scopo di non applicare il mandato costituzionale che esige la gestione e la limitazione di un’immigrazione divenuta smisurata. Si tratta di un evidente spregio della volontà popolare. Questa decisione mira a sopprimere l’autodeterminazione della Svizzera e della sovranità di popolo e cantoni in un settore importante.

Per rispettare la volontà del popolo, il Consiglio federale avrebbe dovuto raccomandare il rigetto senza controprogetto dell’iniziativa RASA. E anche decidersi finalmente ad applicare il mandato costituzionale che esige la gestione e la limitazione di un’immigrazione smisurata. Se l’UE non accetta di rinegoziare la libera circolazione delle persone, la Svizzera deve applicare autonomamente i termini della sua Costituzione. I rappresentanti dell’UDC nel Consiglio degli Stati si batteranno per questo principio. 
Secondo i resoconti apparsi nella stampa, il Consiglio federale prevede nel suo controprogetto all’iniziativa RASA, di inserire nella Costituzione federale il primato del diritto internazionale sul diritto svizzero. Esso si oppone così al diritto costituzionale in vigore e a una prassi ammessa da diversi anni. Una maggioranza del Consiglio federale continua senza tregua a minare la sovranità e l’autodeterminazione della Svizzera. L’UDC mette in guardia il governo contro questa decisione funesta di grande portata politica e che nuocerebbe gravemente al nostro paese.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Conferenza stampa
Condividi articolo
15.10.2021
Insieme al proprio movimento giovanile, l'UDC ha lanciato oggi la campagna contro l'inasprimento della legge Covid-19. Alla conferenza... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
07.10.2021
Le esagerate misure restrittive non sono più giustificate. Il numero dei contagi sta diminuendo e le unità... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
30.09.2021
La Svizzera deve ancora una volta gettare 1,3 miliardi di Franchi dei contribuenti tra le fauci dell'UE... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo