Comunicato stampa

Il Consiglio federale avrebbe dovuto rifiutare chiaramente l’esito dei negoziati

L’UDC accoglie con piacere il rifiuto del Consiglio federale di approvare l’accordo-quadro con l’UE, ma è nondimeno delusa dal fatto che questo stesso Consiglio federale non abbia dichiarato il risultato dei negoziati essere insufficiente. Considerando certi effetti importanti di politica interna, il Consiglio federale avrebbe dovuto infatti rifiutare chiaramente l’esito di questi negoziati così come presentato.

Grazie in particolare alla costante pressione esercitata dall’UDC, il Consiglio federale non ha osato approvare l’attuale accordo-quadro con l’Unione europea. Tuttavia, non ha nemmeno osato rifiutare l’esito dei negoziati dichiarandolo inaccettabile per la Svizzera. Tanto più che quest’ultimo contiene l’assoggettamento del nostro paese alle istituzioni europee – comprese la ripresa dinamica, ossia automatica, del diritto europeo e la subordinazione della Svizzera alla Corte di giustizia UE. Dato che tale passo costituirebbe un colpo mortale alla nostra democrazia diretta, l’UDC respinge categoricamente l’accordo-quadro. La non-decisione presa oggi dal Consiglio federale fa pensare che quest’ultimo tenti di guadagnare tempo. Certi fatti di politica interna sono infatti evidenti ed è chiaro che non si potrà mai, con la prevista ripresa automatica della legislazione UE e dei giudici stranieri, pervenire a un accordo che risponda agli interessi delle due parti.

L’UDC continuerà perciò a combattere l’accordo-quadro.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Editoriale
Condividi articolo
24.07.2020, di Jean-Luc Addor
Dieci anni fa, nel 2010, accettando l’iniziativa per l’espulsione degli stranieri criminali, gli Svizzeri diedero al Parlamento... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
13.07.2020, di Thomas Aeschi
La libera circolazione delle persone con l’UE impedisce che degli stranieri criminali siano effettivamente espulsi. Una nuova... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
30.06.2020
L'UDC accoglie con favore l’avvio, da parte del suo consigliere federale Ueli Maurer, di negoziati con la... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Media

Più pluralità, meno Stato.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo