Comunicato stampa

Il Consiglio federale firma un patto a favore di una libera circolazione mondiale delle persone

Il Consiglio federale ha deciso oggi (10.10.2018) di firmare il Patto mondiale dell’ONU per le migrazioni. Questa decisione è in evidente opposizione alla Costituzione federale (art. 121a, cpv 4). L’obiettivo di questa convenzione, tanto ideologica quanto irrealistico, è di accordare a tutti gli abitanti del mondo un diritto d’insediamento nel paese di loro scelta. Un controllo autonomo dell’immigrazione in funzione dei bisogni dell’economia non sarà più possibile. Ma l’art. 121a della Costituzione federale vieta di sottoscrivere un tale trattato internazionale che viola il principio della gestione autonoma dell’immigrazione mediante contingenti e tetti massimi. La sconsiderata accettazione di questo trattato da parte del Consiglio federale è una violazione della Costituzione federale, quindi un vero scandalo.

Il consigliere agli Stati UDC Hannes Germann e il consigliere nazionale Thomas Aeschi hanno depositato nelle rispettive camere, durante la sessione parlamentare autunnale, delle mozioni invitanti il Consiglio federale a rinunciare alla firma di questo patto. L’UDC chiede un dibattito urgente all’inizio della prossima sessione invernale delle Camere federali e un progetto di legge sottoposto a referendum, affinché il popolo possa perlomeno pronunciarsi sulla firma di un trattato tanto esagerato.

Altro su questo tema
Editoriale
Condividi articolo
24.07.2020, di Jean-Luc Addor
Dieci anni fa, nel 2010, accettando l’iniziativa per l’espulsione degli stranieri criminali, gli Svizzeri diedero al Parlamento... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
13.07.2020, di Thomas Aeschi
La libera circolazione delle persone con l’UE impedisce che degli stranieri criminali siano effettivamente espulsi. Una nuova... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
30.06.2020
L'UDC accoglie con favore l’avvio, da parte del suo consigliere federale Ueli Maurer, di negoziati con la... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Agricoltura

Per una produzione indigena.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Media

Più pluralità, meno Stato.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo