Comunicato stampa

Il Consiglio federale mette in pericolo la sicurezza della Svizzera

Con il Rapporto sulla politica di sicurezza adottato oggi, il Consiglio federale spalanca le porte a un avvicinamento alla NATO. L’UDC respinge con decisione questa ipotesi. Ciò non sarebbe compatibile con la neutralità del nostro Paese e metterebbe in pericolo la nostra sicurezza.

La neutralità sancita dalla nostra Costituzione è uno dei pilastri portanti della Confederazione e ha garantito al nostro Paese sicurezza e pace per oltre 200 anni. Adottando le sanzioni dell’UE contro la Russia, il Consiglio federale e gli altri partiti hanno sconsideratamente rinunciato al più importante strumento di sicurezza del nostro Paese. Lo scotto di questa politica simbolica, miope e insensata, è giunto in tempi brevi: la Russia ha rifiutato i buoni uffici della Svizzera a causa della sua mancanza di neutralità.

Con il rapporto supplementare al Rapporto sulla politica di sicurezza 2021 adottato oggi, il Consiglio federale vuole andare ancora oltre: apre la porta a un avvicinamento, se non a un’affiliazione, alla NATO. Così facendo, mette in pericolo la sicurezza del nostro Paese. La NATO è un esercito offensivo. Ciò significa che, in caso di emergenza, i soldati svizzeri combatterebbero e morirebbero all’estero.

L’UDC esorta il Consiglio federale a ripristinare immediatamente la neutralità permanente, armata e integrale, come sancito dalla nostra Costituzione. Inoltre, la capacità difensiva della Svizzera dev’essere pienamente ripristinata, in modo da garantire la neutralità armata e proteggere il Paese e la sua popolazione da attacchi ostili. L’UDC rifiuta fermamente un maggiore orientamento della politica di sicurezza e di difesa svizzera verso la cooperazione internazionale, sia con la NATO che con l’UE (PESCO).

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
30.09.2022
Penuria di elettricità fino al blackout, prezzi alle stelle, ancora meno elettricità e costi che superano i... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
25.09.2022
Il Sì degli elettori alla riforma dell'AVS è un passo importante per garantire le rendite a tutti.... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
21.09.2022
L'UDC si batte per il Popolo svizzero in Parlamento. Nelle sessioni straordinarie che ha convocato, porterà una... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Media

Più pluralità, meno Stato.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo