Comunicato stampa

Il PPD minaccia la sicurezza della Svizzera

I passaggi vieppiù numerosi al servizio civile di persone assoggettate al servizio militare provocano un calo degli effettivi dell’esercito, dunque un indebolimento della difesa nazionale. La revisione della legge sul servizio civile avrebbe arrestato questa evoluzione. Ma un PPD totalmente irresponsabile ha appena impedito questa riforma, rendendosi complice della sinistra.

Il numero delle persone che effettuano il servizio civile è aumentato a tal punto durante gli ultimi undici anni, che gli effettivi dell’esercito sono pericolosamente minacciati. Il problema nasce anche dal fatto che parecchi militari scelgono, spesso per ragioni di comodità personale, di passare al servizio civile. Urge arrestare questa evoluzione per garantire la sicurezza della Svizzera. La revisione della legge sul servizio civile proposta dal Consiglio federale avrebbe aggiunto un ostacolo al passaggio verso il servizio civile. È quantomeno sorprendente che sia stato il PPD ad affossare questo progetto, rendendosi complice della sinistra antimilitarista. Per l’UDC, questo atteggiamento è insostenibile e totalmente irresponsabile.

La crisi provocata dalla pandemia Covid-19 ha appena evidenziato l’utilità di un esercito performante e ben organizzato. Secondo la Costituzione federale, ogni Svizzero è tenuto a prestare servizio militare, un obbligo che le cittadine e i cittadini svizzeri hanno confermato a larga maggioranza. Questa norma esclude di principio la libera scelta fra il servizio militare e il servizio civile sostitutivo. È quindi evidente per l’UDC, che il servizio civile è aperto solo alle persone che non possono conciliare il servizio militare con la loro coscienza.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
27.05.2020
Potete citare a memoria un solo risultato tangibile del programma di ricerca UE “Horizon”? No? Ma ciò... continua a leggere
Discorso
Condividi articolo
30.03.2019, di Guy Parmelin
È la prima volta che ho l’occasione di rivolgermi a voi quale svizzero ministro dell’economia. Sono molto... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
27.05.2016, di Thomas Aeschi
Il Consiglio federale ha annunciato la settimana scorsa la sua intenzione di ridurre le spese agricole di... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo