Comunicato stampa

La CET-CS lega il progetto fiscale al risanamento dell’AVS

L’UDC prende atto della proposta della Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-CS) concernente il Progetto fiscale 17. Essa ne verificherà tuttavia le conseguenze finanziarie per il ceto medio e per le piccole e medie imprese. Il popolo ha respinto la riforma dell’imposizione delle imprese perché temeva che alla fine il ceto medio, quindi le donne e gli uomini che lavorano duramente tutti i giorni per guadagnare la loro vita, dovesse pagare la fattura della riforma fiscale mediante un aumento delle imposte.

L’UDC ha perciò invitato in particolare i cantoni e le città a dare delle spiegazioni chiare e nette alle cittadine e ai cittadini. Queste autorità devono presentare onestamente gli effetti di questa riforma sul ceto medio. È da questo punto di vista che l’UDC esaminerà in dettaglio il progetto elaborato dalla CET-CS.

Se, come proposto, il risanamento dell’AVS per un importo di 2,1 miliardi di franchi è integrato nel progetto fiscale, l’UDC chiede che vi sia incluso anche l’incontestato aumento dell’età di pensionamento delle donne a 65 anni. L’AVS beneficerebbe così di una riduzione supplementare degli oneri pari a 1,2 miliardi di franchi, e si potrebbe così rinunciare alla misura antisociale di un aumento dell’IVA.

Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
24.02.2020
Riunito oggi a Muotathal (SZ), il gruppo parlamentare UDC s’è chiaramente pronunciato contro l’introduzione di una «rendita... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
20.02.2020
Il Consiglio federale auspica che la Svizzera partecipi con un importo di 297 milioni di franchi a... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
17.02.2020
Il Tribunale federale ha pubblicato ieri una sentenza che accorda ai figli di rifugiati una rendita AI... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo