Comunicato stampa

La maggioranza di centro-sinistra, con la sua politica di falsa tolleranza, mette in pericolo la sicurezza della popolazione svizzera

Dopo gli attentati di Morges e Lugano, è chiaro che il terrorismo islamico è ormai giunto anche in Svizzera. Durante il dibattito urgente in Consiglio nazionale, l’UDC ha chiesto un’azione decisiva contro l’Islam radicale e politico. La maggioranza di centro-sinistra ha respinto le proposte della UDC.

Il terrorismo islamico è una minaccia reale anche per il nostro paese. Da un lato, molti dei terroristi che hanno compiuto attacchi all’estero avevano legami con gli ambienti radicali in Svizzera. In secondo luogo, sono stati compiuti atti di terrorismo in Svizzera l’anno scorso, a Morges e Lugano. In un dibattito urgente, il gruppo parlamentare dell’UDC alle Camere federali ha chiesto più protezione per le persone in Svizzera e un’azione decisiva contro l’Islam politico radicale. Il gruppo parlamentare dell’UDC ha presentato al Consiglio nazionale e al Consiglio degli Stati due mozioni identiche 20.4346 ” Niente reinsediamento per i migranti senza identità accertata o provenienti da regioni con una forte presenza di terroristi” e 20.4347 ” Collocare in centri chiusi o sorvegliare i migranti e i richiedenti l’asilo la cui identità non è accertata o provenienti da regioni a rischio”.

Nessuna ammissione di gruppi di persone con identità non chiara

La mozione 20.4346 chiede al Consiglio federale di non accettare gruppi di rifugiati dall’estero se comprendono persone la cui identità non è stata provata. Inoltre, l’ammissione dovrebbe essere rifiutata se le persone provengono – effettivamente o presumibilmente – da una zona con una forte presenza di gruppi terroristici, violenti, estremisti o movimenti radicali. La mozione 20.4347 chiede che i migranti e i richiedenti asilo con identità o origini simili che chiedono asilo in Svizzera siano ospitati in centri chiusi o sorvegliati permanentemente con mezzi adeguati fino a quando il loro potenziale di rischio non sia stato completamente chiarito.

La maggioranza di centro-sinistra in Consiglio nazionale ha respinto entrambe le proposte, impedendo così ancora una volta soluzioni che porterebbero più sicurezza alla popolazione in Svizzera. Con la loro politica di falsa tolleranza, gli stessi partiti sono responsabili del fatto che sempre più migranti con identità poco chiare giungono in Svizzera, e con loro molti rifugiati-terroristi.

Dopo la pandemia Corona arriva l’ondata migratoria

Attualmente, il numero di richiedenti asilo sta diminuendo a seguito delle restrizioni mondiali all’ingresso legate alla pandemia di Covid-19. Tuttavia, con la fine della pandemia, il loro numero aumenterà in modo esponenziale – secondo gli esperti, centinaia di migliaia di migranti economici stanno attualmente aspettando nel solo Nord Africa l’opportunità di raggiungere l’Europa. L’UDC esorta al Consiglio federale di prendere precauzioni ora in modo che, se necessario, possano essere adottate rapidamente misure appropriate alle nostre frontiere nazionali.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Editoriale
Condividi articolo
11.08.2022, di Marco Chiesa
In questi giorni, chiunque legga i media noterà tre cose: 1. I giornalisti di sinistra sono particolarmente... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Marco Chiesa
Una storia di successo lunga 731 anni: In nessun altro Paese i cittadini godono di tanta libertà,... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
29.07.2022, di Peter Keller
Il Consiglio federale e gli altri partiti stanno abbandonando scelleratamente la neutralità. Così facendo, mettono in pericolo... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo