Comunicato stampa

La vendita di Ruag Ammotec è inaccettabile – mette in pericolo la sicurezza della Svizzera!

L’UDC è costernata per la vendita di Ruag Ammotec all’estero. Ciò significa che la Svizzera non ha più una propria produzione di munizioni. Visto il conflitto in corso in Ucraina, questa vendita è completamente irresponsabile. Ciò dimostra chiaramente che gli altri partiti e la maggioranza del Consiglio Federale non vogliono riconoscere i cambiamenti in atto.

Come paese neutrale e indipendente, la Svizzera deve essere in grado di garantire la sua capacità di difesa in modo autonomo. Questo è il motivo per cui il Consiglio federale ha sempre sottolineato in passato l’importanza della produzione svizzera di munizioni. È completamente incomprensibile che il Consiglio Federale faccia ora un’inversione a U. La guerra in Ucraina ci mostra in modo drastico che la pace perpetua è un’illusione. Solo coloro che si rifiutano completamente di affrontare la realtà stanno indebolendo la capacità del nostro Paese di difendersi.

In una crisi estrema, è fondamentale che la Svizzera non dipenda dall’estero per la sua sicurezza. Ma invece di lottare per l’indipendenza e garantire che la produzione di alcune parti, come il fucile d’assalto 90, siano nuovamente prodotte in Svizzera, il Consiglio federale e gli altri partiti stanno indebolendo la nostra capacità di difesa vendendo la Ruag Ammotec all’estero, con conseguente perdita di molti posti di lavoro.

Solo l’UDC sta ancora difendendo la sicurezza della Svizzera in parlamento e nella Commissione di Sicurezza, per esempio con la mozione 19.3154 “No alla vendita della Ruag Ammotec. Garantire la sicurezza delle forniture”. Gli altri partiti chiedono invece l’adesione della Svizzera al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, distruggono la neutralità della Svizzera, trascinano la Svizzera in conflitti esteri invece di fornire sicurezza al proprio Paese.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Editoriale
Condividi articolo
28.06.2022, di Thomas Hurter
Da qualche mese a questa parte, ci è stato improvvisamente fatto notare che noi, e diversi altri... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
20.05.2022
Il gruppo parlamentare dell'UDC si è riunito a Basilea in preparazione della sessione estiva. Durante la sessione... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
09.05.2022
La guerra in Ucraina comporta conseguenze anche per le persone in Svizzera. I prezzi del carburante sono... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo