Comunicato stampa

L’UDC approva l’adeguamento dell’età di pensionamento

Il Consiglio federale ha approvato oggi il suo messaggio indirizzato al Parlamento, concernente la riforma dell’AVS. L’UDC approva l’adeguamento dell’età di pensionamento delle donne a quella degli uomini, ma mantiene la sua richiesta di trasferire all’AVS sia un miliardo di franchi prelevato all’aiuto allo sviluppo, sia il miliardo di franchi previsto per la coesione dell’UE.

L’UDC accoglie con favore la decisione del Consiglio federale di adeguare l’età di pensionamento delle donne a quella degli uomini. Si oppone tuttavia all’idea di alleggerire le conseguenze di questa modifica con delle misure di compensazione che costerebbero 700 milioni di franchi all’AVS. L’UDC depositerà delle proposte in questo senso in Parlamento. Altrettanto, essa rifiuta categoricamente l’aumento dell’IVA dello 0,7%. 

È inoltre evidente, per l’UDC, che il consolidamento dell’AVS dovrà comportare non soltanto l’adeguamento dell’età di pensionamento delle donne, ma anche il rimborso del debito che l’assicurazione-invalidità ha contratto con l’AVS. Inoltre, essa ritiene che almeno un miliardo di franchi debba essere prelevato dal credito per l’aiuto all’etero e allo sviluppo, che sostiene troppo spesso dei progetti discutibili. Questo denaro deve servire a garantire le rendite AVS delle persone in Svizzera. Infine, tenuto conto del vergognoso ricatto che l’UE esercita nei confronti della Svizzera rifiutando di riconoscere l’equivalenza della borsa elvetica, anche il miliardo di franchi previsto per il fondo di coesione sarà bene immetterlo nell’AVS.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
17.02.2020
Il Tribunale federale ha pubblicato ieri una sentenza che accorda ai figli di rifugiati una rendita AI... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
23.01.2020, di Alex Kuprecht
Il Consiglio federale intende istituire un’onerosa istituzione sociale, ossia le cosiddette prestazioni transitorie destinate ai disoccupati anziani,... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
16.01.2020
L’UDC rifiuta la prestazione transitoria per disoccupati anziani (rendita-ponte) proposta dal Consiglio federale. La sua proposta di... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo