Comunicato stampa

L’UDC intende alleggerire le imprese

Le nostre imprese sono state vittime di oneri straordinari durante la pandemia di coronavirus e drastici licenziamenti e fallimenti incombono su diversi settori. L’UDC è sconcertata che, nonostante la crisi, la Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura (CSEC-CN) non voglia sgravare i commerci e che la proposta di rinvio dell’art. 13° cpv 1 della legge federale sull’uguaglianza fra donna e uomo, entrato in vigore il 1° luglio 2020, non sia stata seguita.

In effetti, questa disposizione impone a tutte le imprese che impiegano 100 o più dipendenti, di effettuare a inizio anno un’analisi interna sulla parità salariale. Dato che la modifica di legge è entrata in vigore il 1° luglio 2020, si applicherà a tutte le aziende che impiegavano 100 o più dipendenti al 1° gennaio 2020.

Praticamente, tutte le aziende sono state colpite dall’arrivo della pandemia di coronavirus e alcune vedono addirittura a rischio la loro stessa esistenza. Dei settori come la ristorazione e il turismo sono, fra altre, colpite in maniera particolarmente grave.

Ci sono aziende che impiegavano poco più di 100 dipendenti a inizio 2020 e che sono scese al di sotto dei 100 nel corso dell’anno. Non l’hanno fatto apposta e proprio queste imprese hanno subito un forte impatto finanziario. In questo contesto, esigere un’analisi della parità salariale implicherà grandi spese e pesanti oneri alle aziende interessate. La proposta dell’UDC di richiedere al Consiglio federale un aggiornamento dell’entrata in vigore della legge non è stata ascoltata.

È proprio in questi tempi difficili che abbiamo bisogno di flessibilità e di sgravi amministrativi e non, come vuole la maggioranza della commissione, di un’ottusa applicazione della legge, chiudendo gli occhi sulle necessità delle nostre imprese.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
25.10.2021
L'UDC insiste  ancora una volta affinché la Svizzera rinunci alla sua candidatura al Consiglio di sicurezza dell'ONU. continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
22.10.2021
Nella sua riunione odierna a Villars-le-Terroir (VD), il Comitato centrale dell’UDC ha deciso di agire contro le... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
21.10.2021
Solo dal mese di gennaio 2021, 21 donne sono state uccise in Svizzera. Gli autori stranieri provenienti... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo