Comunicato stampa

La consigliera federale Sommaruga ignora nuovamente la volontà popolare con l’introduzione di un limite di velocità generalizzato di 30 km/h nelle aree urbane. L’UDC respinge quest’ulteriore discriminazione nei confronti degli automobilisti e della mobilità privata.

La Consigliera federale Simonetta Sommaruga prosegue con la sua agenda ideologica e ancora una volta ignora delle decisioni democratiche.

A luglio, la responsabile del DATEC ha aumentato massicciamente la tassa sul CO2 sui carburanti da 96 a 120 franchi per tonnellata di CO2, pur avendo la popolazione ha appena detto NO alla legge CO2. Un aumento antisociale dei prezzi della benzina e dell’olio da riscaldamento.

Ora il dipartimento in questione fa un secondo passo falso dal punto di vista democratico. Con la approvazione odierna del Consiglio federale per una procedura semplificata per l’introduzione di un limite di 30 km/h nelle aree urbane, prosegue la vessazione nei confronti degli automobilisti. È nota la discriminazione in atto nei confronti della mobilità privata da parte delle Città guidate dai rosso-verdi. Il fatto che ora la maggioranza del Consiglio federale persegua anche una politica dei trasporti ideologica simile è oltremodo discutibile.

Il Consigliere nazionale Walter Wobmann (UDC/SO) ha parole chiare in merito: “L’elettorato aveva chiaramente respinto l’iniziativa popolare sui 30 Km/h a suo tempo. Un’iniziativa parlamentare del medesimo tenore è stata recentemente respinta dalla Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale (CTT).  Il fatto che il Consiglio federale stia ora ignorando queste decisioni ha a che fare con la ben nota arroganza del dipartimento di Sommaruga, secondo Wobmann.

La base legale è chiara: nelle aree urbane, il limite di velocità è generalmente di 50 km/h. Le zone a 30 km/h possono essere introdotte solo dopo aver sottoposto il progetto a un parere di esperti e aseguito di concrete e chiare motivazioni. Vale a dire, ridurre particolari pericoli nel traffico stradale, ridurre l’eccessivo inquinamento ambientale e migliorare il flusso del traffico.

Il Consiglio federale ha ora deciso di ignorare le proprie leggi, ignorare le decisioni democratiche e di attuare l’esatto opposto di una politica dei trasporti pragmatica e ragionevole. Un limite di 30 km/h causa più congestionamenti, più inquinamento ambientale e ostacola il trasporto pubblico.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
03.02.2020
La Segreteria di Stato della migrazione tenta ancora una volta di abbellire la situazione, annunciando che l’immigrazione... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
13.12.2019
Il Consiglio federale scopre le sue carte: per risolvere il problema degli ingorghi stradali non vuole rafforzare... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
24.09.2019
L’UDC fa seguire i fatti alle sue parole: come annunciato in maggio, in occasione della conferenza stampa... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo