Comunicato stampa

L’UDC si attiene alla concordanza e all’attuale ripartizione dei seggi in Consiglio federale

Il gruppo UDC alle Camere federali ha nominato oggi i suoi due eccellenti consiglieri federali, Ueli Maurer e Guy Parmelin, in vista dell’elezione nel Consiglio federale. Per ciò che concerne gli altri cinque seggi, è evidente per l’UDC che essa sosterrà la concordanza, dunque la rappresentanza degli attuali partiti di governo.

In vista della prossima elezione del Consiglio federale, il gruppo parlamentare UDC ha nominato oggi all’unanimità i suoi attuali rappresentanti in governo, Ueli Maurer, presidente della Confederazione, e Guy Parmelin, consigliere federale, i quali, entrambi, svolgono un buon lavoro. L’UDC è lieta che i suoi due consiglieri federali attuali, il cui bilancio politico è eccellente, abbiano di nuovo accettato di mettersi a disposizione.  

L’UDC si attiene al principio della concordanza con i quattro attuali partiti di governo – a condizione che questi partiti facciano altrettanto. Un’eventuale partecipazione governativa dei Verdi, che hanno appena ottenuto un primo successo elettorale, potrà essere considerata solo in occasione delle prossime elezioni generali nel Consiglio federale, e a condizione che questo partito confermi il suo risultato elettorale. La settimana prossima, l’UDC avrà dei colloqui in questo senso con gli altri partiti di governo.

L’UDC rispetta la rappresentanza delle regioni linguistiche e la formula magica
Per l’UDC è importante non soltanto vegliare a che sia garantita un’equa rappresentanza dei quattro principali partiti in Consiglio federale, ma anche una certa continuità a livello di governo. Inoltre, la Costituzione federale considera la ripartizione regionale un criterio per la composizione del Consiglio federale. Da questo punto di vista, l’attacco sferrato dai Verdi alla Svizzera italiana è insostenibile.

L’UDC nomina Andreas Aebi e Alex Kuprecht per la vicepresidenza del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati
Durante la sua seduta di ieri, il gruppo UDC ha inoltre nominato il consigliere nazionale  Andreas Aebi (BE) quale candidato alla prima vicepresidenza del Consiglio nazionale. Egli si è imposto con 37 voti sui suoi concorrenti, i consiglieri nazionali Thomas Hurter (SH) e Christian Imark (SO) che, nello stesso ordine, hanno ottenuto 19 e 14 voti in seno al gruppo. Per la prima vicepresidenza del Consiglio degli Stati, la scelta del gruppo è caduta – a seguito di un’elezione tacita – sul consigliere agli Stati Alex Kuprecht (SZ).

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
25.10.2021
L'UDC insiste  ancora una volta affinché la Svizzera rinunci alla sua candidatura al Consiglio di sicurezza dell'ONU. continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
03.08.2020, di Marco Chiesa
Con Marco Chiesa, l’Ufficio della direzione del partito UDC Svizzera propone ai gremi del partito una candidatura... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
18.03.2020
Il Consiglio federale ha deciso di rinunciare alla votazione popolare del 17 maggio prossimo. L’UDC ne prende... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo