Comunicato stampa

L’UDC sostiene la promozione di impianti idroelettrici e di biogas

Oggi, grazie all’UDC, il Consiglio nazionale ha finalmente approvato una revisione parziale della legge sull’energia. Il Consiglio nazionale ha così fatto suo l’appello dell’UDC, che da tempo chiede la promozione delle energie rinnovabili nel modo più neutrale possibile dal punto di vista tecnologico. In particolare, gli investimenti in tecnologie di base, cioè l’elettricità che può essere generata in qualsiasi momento dell’anno indipendentemente dalle condizioni meteorologiche, saranno promossi più fortemente in futuro. I principali beneficiari sono le centrali idroelettriche e gli impianti di biogas.

Secondo l’UDC, la più grande sfida per la futura politica energetica e climatica è quella di creare condizioni quadro che garantiscano un approvvigionamento sicuro di energia per le famiglie a medio e lungo termine.

Questo è un compito non da poco alla luce della decisione di eliminare gradualmente l’energia nucleare. Per sostituire l’energia nucleare, sono necessari investimenti in centrali che producono 24 terawattora di elettricità all’anno. Secondo l’EMPA, la sola elettrificazione degli edifici e dei trasporti richiederà almeno altri 15 terawattora. Il fabbisogno aggiuntivo totale ammonta quindi a 39 terawattora. Si tratta di quasi due terzi dei 60 terawattora di elettricità già prodotti oggi. A questo proposito, è particolarmente importante investire in fonti energetiche attive tutto l’anno, come le centrali idroelettriche, a biogas o le centrali solari in alta montagna.

La modifica della legge adottata dal Consiglio nazionale su proposta dell’UDC permette di promuovere queste energie sulla base attuale di 2,3 centesimi per chilowattora. Allo stesso tempo, progetti come l’energia solare ed eolica, che prima erano sostenuti dalla remunerazione per l’immissione in rete, ora possono essere sostenuti anche da investimenti.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Conferenza stampa
Condividi articolo
20.10.2020
L’UDC Svizzera sostiene il referendum lanciato da diverse associazioni economiche contro la legge sul CO2.  La legge,... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
20.10.2020
L’UDC Svizzera sostiene il referendum lanciato da diverse associazioni economiche contro la legge sul CO2.  La legge,... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
03.02.2020
La Segreteria di Stato della migrazione tenta ancora una volta di abbellire la situazione, annunciando che l’immigrazione... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Media

Più pluralità, meno Stato.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo