Comunicato stampa

NO a un’economia pianificata – limitare l’immigrazione per impedire il rincaro degli affitti

UDC Svizzera prende atto con soddisfazione dello scacco subìto dall’iniziativa delle associazioni dei inquilini. Il popolo svizzero ha capito perfettamente che si trattava solo di una pseudo-soluzione. Per risolvere il problema del rincaro degli affitti, bisogna affrontare il male alla radice: vegliare su un’immigrazione moderata, dunque approvare il 17 maggio prossimo l’iniziativa per la limitazione.

Le cittadine e i cittadini svizzeri hanno ben capito il pericolo che l’iniziativa delle associazioni dei inquilini rappresentava. Questa regolamentazione non avrebbe cambiato nulla per ciò che riguarda il rincaro degli affitti, ma avrebbe avuto, quale effetto principale, quello di statalizzare tutto il settore e di sviluppare una burocrazia mostruosa.

L’UDC comprende bene le preoccupazioni della popolazione svizzera di fronte all’aumento degli affitti e dei prezzi dei terreni. Ma è evidente che questo problema non può essere risolto con un’economia pianificata di stampo comunista. Come gli ingorghi sulle strade e i treni sovraffollati e sporchi, come l’esplosione degli oneri sociali e la cementificazione dei paesaggi, il rincaro dei prezzi immobiliari è la conseguenza dell’immigrazione esagerata generata dall’accordo di libera circolazione delle persone. È all’origine che il male va affrontato, riportando finalmente l’immigrazione a un livello sopportabile per il nostro piccolo paese e per la sua società. Ed è esattamente ciò che vuole l’iniziativa per la limitazione che sarà sottoposta al sovrano il prossimo 17 maggio.

I sostenitori bdell’articolo di censura posti di fronte alle loro responsabilità
L’UDC prende atto dell’accettazione da parte del popolo svizzero, dell’estensione della norma penale antirazzismo. Essa seguirà, tuttavia, attentamente l’applicazione di questa norma. I sostenitori di questa riforma devono ora assumersi le loro responsabilità: essi sono chiamati a dimostrare che questa nuova diposizione legale non serva principalmente a giustificare delle sentenze politiche, a soffocare delle opinioni fastidiose e a imbavagliare la gente.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
27.01.2021
È positivo che la maggioranza di centro-sinistra del Consiglio federale abbia accolto almeno alcune delle richieste dell'UDC... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
12.01.2021
Il referendum contro la legge sulla CO2, sostenuto attivamente dall’UDC, è riuscito grazie a una raccolta firme... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
26.11.2020
L'UDC sostiene la riduzione di pesticidi, ma respinge l’inclusione della riduzione degli elementi fertilizzanti. Il Consiglio nazionale... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo