Comunicato stampa

Non rendiamo l’asilo ancora più attrattivo per i migranti economici!

L’UDC Chiede da molto tempo che lo statuto delle persone ammesse provvisoriamente sia modificato. Le soluzioni proposte dal Consiglio federale sono tuttavia inefficaci. Esse rendono l’asilo svizzero ancora più attrattivo per i migranti economici. Bisogna che ciò abbia fine.

 

Come scrive lo stesso Consiglio federale, l’ammissione provvisoria è una misura sostitutiva per una decisione di rinvio cresciuta in giudicato, ma che non è possibile eseguire. In altre parole, ciò significa che le persone ammesse provvisoriamente dovrebbero in realtà lasciare la Svizzera perché non rispondono ai criteri dell’asilo. L’ammissione provvisoria è dunque una misura sostitutiva presa dal Dipartimento federale di giustizia e polizia, perché non può o non vuole eseguire la decisione di rinvio. Oltre ai circa 44’000 rifugiati riconosciuti, circa 35’000 persone ammesse provvisoriamente vivono per la maggior parte a spese dei contribuenti svizzeri. È la conferma dell’inefficacia del sistema d’asilo obsoleto applicato in Svizzera.

L’obiettivo logico della politica governativa dovrebbe quindi essere di rinviare il più rapidamente possibile questa gente al suo paese d’origine, e non di attirare e lasciar entrare delle persone che non hanno alcun valido motivo per chiedere l’asilo. Se non si adotta tale politica, la tradizione umanitaria della Svizzera è spinta all’assurdo. L’UDC non accetta che l’asilo svizzero attiri ancora più migranti economici, quindi persone che non soddisfano le condizioni dell’asilo. È evidentemente altrettanto fuori questione facilitare il ricongiungimento familiare e rendere lo statuto di ammissione provvisoria simile a un permesso di soggiorno permanente. È incomprensibile per l’UDC che il Consiglio federale capitoli di fronte all’afflusso ininterrotto di migranti economici e all’immigrazione massiccia di povertà proveniente dall’Africa in particolare, e che cerchi di rendere ancora più attrattivo un sistema d’asilo già totalmente sovraccaricato.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
20.05.2022
Il gruppo parlamentare dell'UDC si è riunito a Basilea in preparazione della sessione estiva. Durante la sessione... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
17.03.2022
La guerra in Ucraina tocca tutte e tutti noi in modo più o meno diretto. Una delle... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
17.03.2022, di Martina Bircher
La Consigliera federale Karin Keller-Sutter si aspetta che la Svizzera accolga 50'000 rifugiati di guerra - soprattutto... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo