Comunicato stampa

Non rendiamo l’asilo ancora più attrattivo per i migranti economici!

L’UDC Chiede da molto tempo che lo statuto delle persone ammesse provvisoriamente sia modificato. Le soluzioni proposte dal Consiglio federale sono tuttavia inefficaci. Esse rendono l’asilo svizzero ancora più attrattivo per i migranti economici. Bisogna che ciò abbia fine.

 

Come scrive lo stesso Consiglio federale, l’ammissione provvisoria è una misura sostitutiva per una decisione di rinvio cresciuta in giudicato, ma che non è possibile eseguire. In altre parole, ciò significa che le persone ammesse provvisoriamente dovrebbero in realtà lasciare la Svizzera perché non rispondono ai criteri dell’asilo. L’ammissione provvisoria è dunque una misura sostitutiva presa dal Dipartimento federale di giustizia e polizia, perché non può o non vuole eseguire la decisione di rinvio. Oltre ai circa 44’000 rifugiati riconosciuti, circa 35’000 persone ammesse provvisoriamente vivono per la maggior parte a spese dei contribuenti svizzeri. È la conferma dell’inefficacia del sistema d’asilo obsoleto applicato in Svizzera.

L’obiettivo logico della politica governativa dovrebbe quindi essere di rinviare il più rapidamente possibile questa gente al suo paese d’origine, e non di attirare e lasciar entrare delle persone che non hanno alcun valido motivo per chiedere l’asilo. Se non si adotta tale politica, la tradizione umanitaria della Svizzera è spinta all’assurdo. L’UDC non accetta che l’asilo svizzero attiri ancora più migranti economici, quindi persone che non soddisfano le condizioni dell’asilo. È evidentemente altrettanto fuori questione facilitare il ricongiungimento familiare e rendere lo statuto di ammissione provvisoria simile a un permesso di soggiorno permanente. È incomprensibile per l’UDC che il Consiglio federale capitoli di fronte all’afflusso ininterrotto di migranti economici e all’immigrazione massiccia di povertà proveniente dall’Africa in particolare, e che cerchi di rendere ancora più attrattivo un sistema d’asilo già totalmente sovraccaricato.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
15.08.2019
La Confederazione annuncia ancora una volta un calo del numero delle domande d’asilo. Pura propaganda, perché è... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
06.05.2019, di Thomas Matter
L'immigrazione incontrollata in Svizzera pone sempre più problemi. Alle Svizzere e agli Svizzeri rimane sempre meno denaro... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
01.05.2019
Ai rifugiati riconosciuti è proibito recarsi nel loro paese d’origine o nella loro patria. Il Consiglio federale... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Media

Più pluralità, meno Stato.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo