Comunicato stampa

Più soldi per i contribuenti svizzeri, invece di spendere miliardi all’estero

Il Consiglio federale auspica che la Svizzera partecipi con un importo di 297 milioni di franchi a un aumento di capitale della Banca mondiale e della Banca africana di sviluppo. L’UDC vi si oppone categoricamente e chiede che questo denaro dei contribuenti vada a beneficio dell’AVS.

Che si tratti di aiuto allo sviluppo, di assistenza ai migranti sociali del mondo intero o di sostegno ai paesi dell’est dell’UE, il fatto è che la Confederazione distribuisce sempre più denaro all’estero e troppo poco alle Svizzere e agli Svizzeri. Il denaro manca anche nel nostro paese, per esempio per assicurare durevolmente le rendite AVS del ceto medio, che lavora duramente per finanziare, con le sue imposte e prelievi salariali, il generoso sostegno all’estero e ai migranti dell’asilo.

Noi dobbiamo finalmente garantire le rendite delle persone residenti in Svizzera
L’UDC non accetta più questa cattiva politica. Essa s’impegna con determinazione per la sicurezza delle rendite AVS delle persone residenti in Svizzera, e ciò senza aumento delle imposte e dei prelievi sui salari. Già lo scorso anno, l’UDC ha chiesto che un miliardo di franchi sia annualmente trasferito dall’aiuto allo sviluppo e dall’asilo verso l’AVS.

Questa stessa rivendicazione si applica oggi al progetto del Consiglio federale di far partecipare la Svizzera, con un importo di 297 milioni di franchi, a un aumento di capitale del gruppo della Banca mondiale e della Banca africana dello sviluppo. Si tratta anche qui di nuovo di denaro dei contribuenti che sarebbe ben più utile se investito nella pensione delle persone che lavorano duramente in Svizzera.

Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
28.11.2021
L'UDC prende atto con rammarico del SÌ popolare all’inasprimento della legge Covid-19. Ciò non deve ora giustificare... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
26.11.2021, di Marchesi Piero
Dall'inizio della pandemia del coronavirus, il Consiglio federale ha ridotto sempre più i diritti individuali. La pressione... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
24.11.2021
Ovviamente, il Consiglio Federale sta conservando l'inasprimento delle misure restrittive per dopo il voto sulla legge Covid-19.... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Media

Più pluralità, meno Stato.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo