Comunicato stampa

Situazione disastrosa sul mercato del latte: l’UDC chiede misure urgenti

Il prezzo del latte alla centrale è crollato a un livello così basso che la situazione sta diventando drammatica per i produttori. L’UDC prende molto sul serio questa situazione. Essa ha depositato già lo scorso aprile una che chiede un sistema di regolazione della quantità di latte prodotto. Ma invece di prendere la palla al balzo, l’organizzazione del settore lattiero ha annunciato a mezzo stampa che rifiuta di adottare delle misure. Una reazione inaccettabile! L’UDC ha perciò incontrato Markus Zemp, rappresentante dell’Interprofessione Latte (IP-Latte), come pure Kurt Nüesch e Stephan Hagenbuch, rappresentanti dell’organizzazione Produttori Svizzeri di Latte (PSL) per un colloquio.

La situazione sul mercato del latte è più grave che mai e non si vede il benché minimo segno di miglioramento all’orizzonte. Molte aziende svizzere hanno problemi di liquidità e si battono per sopravvivere.  È evidente che il Consiglio federale e le organizzazioni della categoria devono prendere immediatamente delle misure.

È da molto tempo che l’UDC mette in guardia contro questa evoluzione e già nella primavera 2016 ha depositato una mozione (16.3329) richiedente dette misure. Questo intervento, ampiamente sostenuto in Parlamento, esige un’autentica regolazione da parte di IP-Latte della quantità di latte prodotto, al fine di ottenere una stabilizzazione duratura dei prezzi.

L’UDC ha invitato oggi (16.06.2016) una delegazione del PSL e di IP-Latte a un colloquio a Palazzo federale. Essa ha dovuto constatare con grande delusione che Markus Zemp, presidente di IP-Latte, rifiuta di sostenere la sua proposta che considera inapplicabile. Neppure il PSL ritiene che una regolazione della quantità costituisca una soluzione valida nel complicato contesto attuale. Queste dichiarazioni sono tanto più sorprendenti in quanto il compito di IP-Latte è proprio quello di rafforzare l’economia lattiera svizzera, di salvaguardare la creazione di plusvalore, come pure di difendere le quote di mercato in Svizzera e all’estero.

L’UDC ha fatto capire, durante questo colloquio, che s’attendeva un impegno più energico a favore dell’economia lattiera svizzera. Essa è convinta che la situazione attuale sul mercato lattiero non possa essere corretta che mediante una regolazione quantitativa della produzione di latte. Essa invita perciò IP-Latte a prendere seriamente in considerazione questo mezzo d’intervento.

A breve termine, l’UDC chiede con insistenza una regolamentazione chiara dei contratti d’acquisto di latte, affinché i produttori possano pianificare la loro produzione in funzione delle quantità e del prezzo per segmento di consegna. Le eventuali ritenute per l’esportazione di burro devono essere esclusivamente imputate al segmento C e le forniture di latte in questo segmento devono essere facoltative.

L’UDC chiede inoltre il mantenimento della protezione in vigore contro le importazioni e respinge categoricamente qualsiasi estensione del traffico di perfezionamento.

 

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
12.02.2020
Il Consiglio federale considera l’agricoltura svizzera come una serva tutto fare. Il progetto di politica agricola 2022... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
21.08.2019
L'UDC giudica positivamente le modifiche che il Consiglio federale ha apportato alla sua politica agricola. Si tratta... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
02.08.2019, di Pierre-André Page
«Senza acqua non possiamo vivere». Ecco un’evidenza che non necessita di essere ricordata né, tantomeno, politicamente ricuperata!... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Agricoltura

Per una produzione indigena.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo