Comunicato stampa

Solo l’UDC si batte per impedire ai rifugiati di recarsi nei loro paesi

Il PPD e il PLR hanno ancora una volta fatto causa comune con la sinistra per impedire che sia vietato ai rifugiati di recarsi nei loro paesi d’origine. L’UDC è delusa di questa decisione che incoraggia i migranti economici ad abusare del diritto d’asilo svizzero.

Invece di semplicemente vietare ai rifugiati riconosciuti di recarsi nei loro paesi d’origine, il Consiglio federale ha adottato una norma “soft” che spalanca le porte agli abusi. In teoria, i rifugiati riconosciuti beccati mentre si recano nella loro patria, rischiano di perdere il loro statuto. Tuttavia, se riescono a far credere alle autorità svizzere che non si sono recati volontariamente nel loro paese, non rischiano nulla. In altre parole, basta loro inventare una buona scusa per trascorrere tranquillamente delle vacanze nel loro paese, mentre dispongono dello statuto di rifugiato in Svizzera.

L’UDC si batte contro questa regolamentazione e chiede che sia severamente proibito ai rifugiati e ai richiedenti l’asilo recarsi nei loro paesi d’origine. Inizialmente, anche il PLR e una parte del PPD sostenevano questo principio. Ma oggi hanno aiutato la sinistra nella procedura d’eliminazione delle divergenze, affossando la proposta UDC che chiedeva un divieto puro e semplice. È sempre la stessa cosa: il PLR e il PPD mettono la freccia a destra per poi svoltare a sinistra.

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
14.12.2018
Il Consiglio federale ha deciso oggi di presentare il Patto dell’ONU per le migrazioni al Parlamento, sotto... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
13.12.2018, di Andreas Glarner
Leggendo il Patto mondiale sui rifugiati, si constata subito che è della stessa matrice del Patto dell’ONU... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
04.12.2018
Il gruppo parlamentare UDC respinge sia il Patto dell’ONU per i rifugiati, sia il Patto dell’ONU per... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica degli stranieri

Limitare l’immigrazione.

Sicurezza

Punire i criminali, invece di coccolarli.

Famiglia

Responsabilità personale invece di controllo.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Energia

Per un approvvigionamento energetico sicuro ed economico.

Agricoltura

Per una produzione indigena.

Politica economica

Più libertà economica, invece di burocrazia.

Proprietà

Contro l’esproprio, per la protezione della sfera privata.

Difesa nazionale

Sicurezza per il paese e per la gente.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Inoltra questa pagina


Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo