Comunicato stampa

Statuto speciale sì – ma non si ripeta gli errori del passato

L’UDC ritiene giusto che i rifugiati di guerra dall’Ucraina ricevano uno statuto di protezione in Svizzera – ma è in ogni caso preferibile un aiuto sul posto nei paesi limitrofi.

In linea di massima, la volontà generale di aiutare non deve portare a decisioni sbagliate che poi il Popolo svizzero deve pagare. Altrimenti si ripeteranno gli stessi errori commessi negli anni ’90 con i conseguenti problemi riscontrati con i rifugiati balcanici.

Il Consiglio Federale deve quindi assicurare che lo statuto di protezione S sia concesso solo a:

  • a persone con cittadinanza ucraina. Gli stranieri che vivono in Ucraina devono essere esclusi. Possono far rientro al loro paese d’origine;
  • a persone ucraine la cui identità è stata stabilita al di là di ogni dubbio. Questo è nell’interesse della sicurezza interna e della popolazione svizzera;

Inoltre, l’UDC esige che:

  • lo statuto di protezione venga revocato immediatamente in caso venga commesso un reato penale;
  • Le famiglie ucraine non siano mescolate con migranti maschi, prevalentemente musulmani, che chiedono asilo;
  • le persone bisognose di protezione siano sostenute con il minimo di sussistenza secondo la Costituzione Federale, se non hanno beni sufficienti (alloggio, salute, aiuto d’emergenza);
  • non sia introdotto alcun diritto all’assistenza sociale secondo le direttive COSAS;
  • lo statuto sia limitato a 1 anno;
  • il Consiglio Federale sia chiamato a rivedere lo statuto di protezione ogni 3 mesi e revocarlo se necessario;
  • non sia usato denaro dai programmi d’integrazione cantonali (PIC);
  • lo statuto di protezione non possa essere esteso ad altre persone/nazionalità;
  • il Consiglio Federale elabori un concetto per l’assistenza al rientro in Patria dei rifugiati ucraini.
Altro su questo tema
Editoriale
Condividi articolo
11.08.2022, di Marco Chiesa
In questi giorni, chiunque legga i media noterà tre cose: 1. I giornalisti di sinistra sono particolarmente... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
15.07.2022
I rifugiati di guerra provenienti dall'Ucraina stanno attualmente distraendo l'attenzione dal fatto che l'afflusso di migranti richiedenti... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica d'asilo

Correggere finalmente il caos che regna nella politica d’asilo.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Ambiente

Un ambiente dove sia bello vivere oggi e domani.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo