Comunicato stampa
Conferenza stampa del 22. Dicembre 2021

Thomas Aeschi, presidente del gruppo parlamentare UDC, traccia un bilancio positivo a metà legislatura e adotta una linea dura contro l’alleanza del fronte rosso-verde in par-lamento

Nella prima metà dell’attuale legislatura (2019 – 2023), l’UDC ha ottenuto importanti vittorie in parlamento e alle urne. Ora, prima delle prossime elezioni, l’UDC deve assicurare la produzione interna di energia, garantire la previdenza per gli anziani e riorganizzare a fondo il settore dell’asilo, ha spiegato il presidente del gruppo parlamentare UDC Thomas Aeschi durante una passeggiata mediatica a Zugo.

Thomas Aeschi ha dato una valutazione positiva della prima metà della legislatura 2019-2023 ai media nel suo Cantone natale di Zugo. “L’UDC ha combattuto con successo contro i progetti del fronte ross-verde che sono dannosi per il nostro paese“, ha detto. Il 51,5% dei votanti ha detto NO alla legge sul CO2. Anche le iniziative estreme sull’agricoltura sono state sconfitte con successo, grazie all’impegno dell’UDC. Anche l’iniziativa “Sì al divieto di dissimulazione del viso” ha ottenuto la maggioranza dei consensi il 7 marzo 2021, contro il parere di tutti gli altri partiti: “Il popolo svizzero ha inviato un segnale forte contro l’islamismo e a favore di una Svizzera libera e sicura“, dichiara Thomas Aeschi.

Quest’ultimo cita anche altri importanti successi stabiliti durante la prima metà della legislatura:

  1. La libertà e l’indipendenza della Svizzera sono (per il momento) sicure: L’UDC ha chiesto con successo al Consiglio federale di interrompere i negoziati sull’accordo quadro con l’Unione europea.
  2. Più sicurezza attraverso una lotta decisa contro il crimine: l’UDC ha vinto il referendum sulla legge federale sulle misure di polizia per combattere il terrorismo (MPT).
  3. È stato tirato il freno rispetto a una Svizzera di 10 milioni di abitanti attraverso una gestione autonoma dell’immigrazione: sospeso il dannoso Patto ONU sulle migrazioni, che prevede la libera circolazione delle persone in tutto il mondo.
  4. Riduzione degli oneri per la classe media, le PMI e i cittadini: le tasse potrebbero essere abbassate (ad esempio l’imposta di bollo) e l’introduzione di nuove tasse è stata evitata (tassa sui biglietti aerei).
  5. Assicurare la previdenza per la vecchiaia: sotto la guida dell’UDC, un compromesso borghese garantisce la sostenibilità del primo e del secondo pilastro.
  6. Lotta contro una gestione della pandemia arbitraria e sproporzionata: grazie all’UDC, il capo del Dipartimento della sanità, Alain Berset, e la maggioranza di centro-sinistra in Consiglio federale non hanno potuto agire in modo autoritario come avrebbero voluto.

Altri successi basati sugli obiettivi dell’UDC per la legislatura 2019 – 2023 sono elencati nel bilancio intermedio del gruppo parlamentare dell’UDC e nell’allegato 1 che elenca le votazioni più importanti in Consiglio nazionale (secondo l’UDC) durante la prima metà della elegislatura. Una panoramica degli attuali dossier si trova nell’allegato 2.

Priorità in vista delle elezioni federali del 2023

Per Thomas Aeschi, l’UDC ha obiettivi chiari per la seconda metà della legislatura e fino alle elezioni federali del 2023: “Garantire la produzione interna di energia, assicurare il futuro del sistema pensionistico e riorientare la politica d’asilo sono le priorità“, ha spiegato. Uno dei primi passi decisivi nel 2022 sarà il voto popolare del 13 febbraio su un massiccio aumento delle sovvenzioni ai media privati. “L’UDC si impegna a favore di media indipendenti, che sono essenziali per la formazione di un’opinione libera“, ha detto Thomas Aeschi davanti ai giornalisti invitati ad assistere al rifiuto del pacchetto sui media da parte del gruppo parlamentare dell’UDC in Parlamento.

Bilan à mi-législature

Objectifs de législature du Groupe UDC pour 2023

Annexe 1 du bilan à mi-législature

Annexe 2 du bilan à mi-législature

Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
21.05.2022
L'UDC si è sempre impegnata per una maggiore sicurezza e quindi per il controllo dei confini nazionali.... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
17.05.2022
Oltre il 41% degli stranieri condannati ha il permesso di rimanere in Svizzera, anche se la Costituzione... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
12.05.2022, di Gregor Rutz
In tempi di crisi, la resistenza e il funzionamento di un ordine statale diventano evidenti. Se la... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Sostenere la proprietà – rafforzare la libertà

NO alle espropriazioni, SÌ alla protezione della sfera privata.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Sanità

La qualità grazie alla concorrenza.

Esercito

La sicurezza della popolazione.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – IBAN:CH83 0023 5235 8557 0001 Y

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo