Comunicato stampa

UDC Svizzera: il Comitato del partito dice SÌ a FOSTRA

Riunito in seduta venerdì 13 gennaio 2017 a Martigny (VS), il Comitato del partito UDC Svizzera ha deciso di raccomandare al sovrano di accettare il Fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA). Esso ha proposto inoltre, all’unanimità, all’assemblea dei delegati tenutasi all’indomani a Le Châble (VS), d’invitare il popolo svizzero a respingere il progetto di naturalizzazione agevolata. L’assemblea dei delegati aveva già approvato lo scorso ottobre, con 336 voti contro 2, la riforma dell’imposizione delle imprese.

Il Comitato del partito raccomanda all’unanimità l’accettazione del Fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA). Come la ferrovia, la strada beneficerà così di un finanziamento solido della costruzione e della manutenzione, affinché l’infrastruttura stradale possa far fronte alle esigenze future. Nello stesso tempo, circa 400 Km di strade cantonali saranno integrati nella rete delle strade nazionali, un vantaggio importante per lo sviluppo delle regioni interessate.

Pure all’unanimità, i membri del Comitato del partito, hanno poi proposto all’assemblea dei delegati di respingere il progetto di naturalizzazione agevolata degli stranieri. L’immigrazione di massa sarà dunque affiancata d’ora in avanti da una naturalizzazione di massa! Dal 2001, la Svizzera naturalizza in media annuale oltre 40’000 stranieri, il che è più che sufficiente. Per rapporto agli anni dal 1985 al 2001, il numero di naturalizzazioni è pressoché triplicato.

  
Già oggi dobbiamo constatare che i candidati alla naturalizzazione svizzera sono mal controllati. Nella procedura di naturalizzazione agevolata, la decisione non spetterà più ai comuni, ma passerà alla Confederazione. Come può un funzionario verificare, dalla sua scrivania di Berna e sulla base dei soli documenti, se il candidato alla nazionalità svizzera sia realmente integrato, quale sia il suo atteggiamento rispetto alla parità dei diritti delle donne o se padroneggi una lingua nazionale?

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
17.06.2019
Un aumento di almeno il 3% dei costi dell’assicurazione-malattia ü stato di nuovo pronosticato per l’anno prossimo.... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
07.06.2019
Grazie alle costanti pressioni dell’UDC, il Consiglio federale non ha firmato l’accordo-quadro istituzionale con l’UE. Ma la... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
16.05.2019
La Commissione dell’economia del Consiglio nazionale (CET-CN) chiede al Consiglio federale di riaprire i negoziati con l’UE... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Media

Più pluralità, meno Stato.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Finanze, imposte e tasse

Più per il ceto medio, meno per lo Stato.

Religione

Impegnarci per i nostri valori.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo