Editoriale

Finalmente una campagna contro la revisione della legge sull’asilo!

di Benjamin Fischer, Presidente Giovani UDC Svizzera, Volketswil (ZH)

Mi ha fatto veramente piacere scoprire oggi alla stazione di Zurigo i primi manifesti contro la revisione della legge sull’asilo. Finalmente qualcuno osa reagire contro questa insopportabile legge sull’espropriazione! Dapprima ho creduto che si trattasse di una campagna dei proprietari immobiliari, ma non è così. Si tratta di un comitato di cittadini che, durante la fase finale di questa campagna di voto, rilevano ancora qualche punto essenziale di questo nocivo progetto.

Uomo di essenza liberale, sono stato profondamente scioccato quando per la prima volta ho appreso che la nuova legge sull’asilo permetteva al dipartimento di giustizia e polizia della consigliera federale Simonetta Sommaruga di espropriare terreni e immobili per installare degli alloggi d’asilo. È scritto testualmente nella nuova legge sull’asilo, che il dipartimento Sommaruga “può, se necessario, procedere all’espropriazione” (articolo 95b). Durante queste ultime settimane, i sostenitori di questa riforma hanno tentato con ogni mezzo di spiegare che non ci sarebbero espropriazioni, mentre che questi stessi ambienti hanno ritenuto durante il dibattito parlamentare che il relativo articolo sia assolutamente necessario. È veramente prendere le cittadine e i cittadini per imbecilli!
Ma la sfacciataggine di queste cerchie non si ferma lì, perché osano argomentare che delle espropriazioni sono già possibili a favore di strade o di immobili militari. In quest’ultimo caso, le realizzazioni hanno un rapporto diretto con la sicurezza del paese, e delle espropriazioni hanno luogo solo in casi estremi. Quanto alle costruzioni stradali, si tratta di infrastrutture locali e di lunga durata oltretutto nell’interesse dell’intero paese. Oggi si vuole far digerire alla popolazione un articolo sull’espropriazione nella legge sull’asilo, pretendendo di accelerare cosi le procedure, e si osa nel contempo affermare che questa norma non sarà mai applicata. Una truffa grossolana, a mio avviso.
Come giovane faccio appello a tutte le cittadine e a tutti i cittadini di questo paese affinché non tollerino tale disposizione in una legge svizzera. Ne va dell’interesse delle future generazioni. Ciò mi fa paura. Dove ci condurrà tale politica? Fate come Guglielmo Tell e battetevi contro l’asservimento a mezzo delle espropriazioni. Sostenete questa importante campagna contro la modifica della legge sull’asilo www.schutz-vor-behoerdenwillkuer.ch/it/home

 

Condividi articolo
Temi
Altro su questo tema
Editoriale
Condividi articolo
06.05.2019, di Thomas Matter
L'immigrazione incontrollata in Svizzera pone sempre più problemi. Alle Svizzere e agli Svizzeri rimane sempre meno denaro... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
01.05.2019
Ai rifugiati riconosciuti è proibito recarsi nel loro paese d’origine o nella loro patria. Il Consiglio federale... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
18.04.2019
Gli arroganti benpensanti della sinistra s’infischiano dello Stato di diritto: la maggioranza social-ecologista che compone il governo... continua a leggere
Temi e posizioni
Libertà e sicurezza

Difendere la libertà minacciata.

Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Sicurezza, diritto e ordine

Proteggere le vittime e non i delinquenti.

Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Noi siamo la patria

Autonomi e sicuri di sè.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

L’essere umano, la famiglia, la comunità

Responsabilità individuale invece di massa sotto tutela.

Trasporti

Basta ingorghi e misure vessatorie nel traffico stradale.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo