Editoriale

La riforma III dell’imposizione delle imprese (RI imprese III) è una necessità

Il prossimo febbraio, il popolo svizzero dovrà pronunciarsi sul referendum lanciato dal partito socialista e dalla sinistra, contro la 3a riforma della fiscalità delle imprese (RI imprese III) approvata dalle Camere federali. Il soggetto, per quanto possa sembrare complesso, è molto importante perché questa riforma mira a garantire delle entrate fiscali per le collettività pubbliche, permettendo nel contempo ai cantoni di adeguare l’imposta per le imprese, assicurando posti di lavoro nel nostro paese, nei cantoni e nelle diverse regioni.

Il canton Vaud, per esempio, ha adattato la sua fiscalità per le imprese procedendo a degli adeguamenti sul piano sociale. La riforma era stata contestata mediante referendum lanciato dall’estrema sinistra. Sottoposto al popolo lo scorso marzo, il progetto di riforma RI imprese III (vodese) è stato accettato da oltre l’87% della popolazione vodese.

Il Consiglio federale ha emanato il suo messaggio sulla riforma nel giugno del 2015 e i Parlamento si è chinato su questo oggetto l’autunno scorso. Questa riforma mira a una messa in conformità con gli standard internazionali, mediante la soppressione di certe regolamentazioni esistenti a vantaggio di nuove norme. Essa prevede anche l’abbassamento del tasso dell’imposta sugli utili delle imprese nei cantoni. Sono pure previste delle misure volte a migliorare la sistematica della fiscalità delle imprese. Le imprese a beneficio di uno statuto  particolare pagheranno più imposte e le imprese cosiddette normali ne pagheranno meno.

Di conseguenza, le PMI saranno meno colpite dall’imposta e potranno quindi utilizzare gli importi così risparmiati per la ricerca, lo sviluppo, la formazione continua dei collaboratori, i salari e, soprattutto, per investimenti che assicureranno la sopravvivenza delle stesse PMI e dei relativi posti di lavoro. Cosicché il cerchio si chiude, il denaro risparmiato dalle aziende con questa riforma sarà principalmente reinvestito nel sistema economico. Questa riforma è dunque necessaria per il nostro paese, ci permetterà di preservare la nostra attrattività, la nostra economia, i nostri impieghi, il nostro sistema sociale e la nostra qualità di vita.

Vi invito perciò a respingere il referendum della sinistra e ad accettare la riforma sulla fiscalità il prossimo 12 febbraio.

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
21.05.2022
L'UDC si è sempre impegnata per una maggiore sicurezza e quindi per il controllo dei confini nazionali.... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
20.05.2022
Il gruppo parlamentare dell'UDC si è riunito a Basilea in preparazione della sessione estiva. Durante la sessione... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
19.05.2022, di Walter Wobmann
Il governo federale sta pianificando una gigantesca raccolta di dati per applicare la sua politica unilaterale e... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Internet e digitalizzazione
Per un Internet libero.
Sport

Buono per il corpo e per lo spirito.

Formazione

Fermare le riforme pretenziose e irrealistiche – tornare a una formazione orientata sulla pratica.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Istituzioni sociali

Assicurare le Istituzioni sociali – combattere gli abusi.

Energia

Per un approvvigionamento energetico con un futuro.

Politica degli stranieri

Riportare l’immigrazione a un livello ragionevole.

Economia e prosperità

Più libertà economica e meno burocrazia.

Cultura

La cultura non è un compito dello Stato.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo