Editoriale

Prosperità e spirito imprenditoriale grazie all’autodeterminazione

La nostra democrazia diretta garantisce la certezza del diritto. Il mondo intero ci invidia questo vantaggio. Non dobbiamo rinunciarvi alla leggera. Ecco perche, quale imprenditore, dico sì all’iniziativa per l’autodeterminazione.

L’iniziativa per l’autodeterminazione ha in realtà un solo motivo: difendere la nostra democrazia diretta che ha dato prova della sua efficacia e rafforzare il nostro sistema politico. La democrazia diretta ha reso forte il nostro paese e ha fatto della Svizzera ciò che è oggi: un paese indipendente che decide sovranamente il suo futuro.

Una competenza essenziale: la democrazia diretta
Questo regime liberale determina la prosperità, la pace sociale e la vivibilità del nostro paese. Ogni imprenditore sa che deve sviluppare le forze della sua azienda per resistere alla concorrenza. Sarebbe fatale per lui e per la sua impresa se trascurasse le sue basilari competenze. Questo principio non vale solo per l’economia, ma si applica anche alla politica. Osservo con preoccupazione i costanti tentativi d’indebolire e di minare la nostra democrazia diretta e la nostra autodeterminazione. Combatto questo modo di agire quale cittadino, politico e imprenditore.

Decisioni popolari ben ponderate
Come proprietario di una società d’informatica, incontro spesso imprenditori stranieri. Queste persone elogiano la Svizzera e apprezzano il nostro paese come piazza economica e di stoccaggio di dati. Esse sottolineano anche la certezza del diritto che contraddistingue il nostro paese. La democrazia diretta veglia proprio a che la politica svizzera non sia diretta da politici professionisti o da altri rappresentanti di interessi particolari.

Conseguenza della democrazia diretta, la stabilità politica e sociale è un elemento essenziale dell’attrattività economica della Svizzera. Questi imprenditori stranieri hanno capito che il popolo svizzero ragiona a lungo termine e che eventuali modifiche di legge sono ponderate a lungo. Da noi, il vento politico non cambia direzione ogni quattro anni come succede in altri paesi. Dobbiamo conservare questo vantaggio. In politica come in economia, dobbiamo sviluppare le nostre forze. Coloro che sono a favore della certezza del diritto e di un’economia nazionale attrattiva non possono fare altro che sostenere l’autodeterminazione.

Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
29.11.2018
L'UDC è sconcertata nel constatare che la maggioranza dei rappresentanti del PPD e la metà dei deputati... continua a leggere
Comunicato stampa
Condividi articolo
22.11.2018
Il Consiglio federale annuncia oggi che ha approvato il 21 novembre 2018 il messaggio concernente l’applicazione delle... continua a leggere
Editoriale
Condividi articolo
30.10.2018, di Alice Glauser
Uno Stato che non è sovrano nelle sue decisioni, cessa di essere uno Stato. Infatti, lasciare a... continua a leggere
Continua
Temi e posizioni
Politica culturale

La cultura spetta alla cultura e basta.

Religioni

Dalla parte dei nostri valori.

Cittadini & Stato

Difendere la libertà minacciata.

Trasporti

Via libera senza vessazioni.

Sicurezza

Punire i criminali, invece di coccolarli.

Famiglia

Responsabilità personale invece di controllo.

Politica estera

Indipendenza e autodeterminazione.

Media

Più varietà, meno Stato.

Politica degli stranieri

Limitare l’immigrazione.

Social media
Visitateci su:
Oppure apri la nostra bacheca sociale. Tutti i post e le immagini su un’unica pagina.
Newsletter
Se vuoi essere informato regolarmente sull’UDC e sul nostro lavoro, abbonati qui alla nostra newsleter.
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel. 031 300 58 58 – Fax 031 300 58 59 – E-Mail: info@svp.ch – PC: 30-8828-5

Inoltra questa pagina


Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo