Giornale del partito UDC-Parlar chiaro agosto 2021

Basta con le sciocchezze della sinistra! No all’iniziativa socialista del 99%

I giovani socialisti vogliono ancora una volta silurare la nostra economia e quindi la nostra prosperità con un’iniziativa. Chiedono che il capitale sia tassato ad una percentuale più alta di prima. Il risultato? Salari più bassi e più disoccupati.

Il 26 settembre si voterà sull’iniziativa del 99% della sinistra. Gli iniziativisti chiedono che il capitale sia tassato ad una percentuale più alta di prima. Le conseguenze sarebbero catastrofiche per tutta l’economia e per le nostre PMI. L’incursione fiscale sul capitale delle imprese porterebbe a meno risorse finanziarie disponibili, di cui le imprese hanno bisogno per sopravvivere e fare affari. L’imprenditorialità sarebbe ancora una volta indebolita dalle ideologie socialiste. Soprattutto a seguito della crisi pandemica, dobbiamo fare in modo che l’economia si rimetta in moto. Abbiamo bisogno di un impegno imprenditoriale ora per evitare una grande crisi economica poi. Quindi, dobbiamo rifiutare queste fantasie sinistre e la depredazione del nostro ceto medio.

Danni per le PMI e le imprese familiari 

Le PMI, il commercio e le imprese familiari in particolare sarebbero massicciamente colpite da questa iniziativa. Le imprese familiari che tendono ad essere piccole (come il negozio di pittura locale, l’idraulico, la panetteria o il negozio di paese) sarebbero messe in pericolo da queste idee dannose. Resterebbero meno soldi per la creazione di nuovi posti di lavoro. Le successioni sarebbero ulteriormente ostacolate, poiché l’imposta sugli utili prevista dall’iniziativa renderebbe più difficile il trasferimento dei beni aziendali che di solito vengono costituiti nel corso di molti anni. Così, questo pacchetto di imbrogli colpisce anche il ceto medio svizzero e le persone con redditi più bassi. Si distruggono posti di lavoro, si tagliano i posti di tirocinio e si soffoca l’impegno degli imprenditori. 

I socialisti promettono sempre di aiutare i poveri, ma con questa iniziativa accade esattamente il contrario. Le grandi aziende esternalizzeranno semplicemente i lavori. Le medie e piccole imprese, tuttavia, potranno investire meno, il che significa anche un indebolimento dell’economia locale. Chiunque abbia investito del denaro, possieda un appartamento o una casa, possieda un’azienda agricola, gestisca un’impresa e quindi fornisca innovazione e posti di lavoro, si trova nel mezzo del vortice fiscale di questa ingannevole iniziativa dei Giovani socialisti. I proprietari di case e gli agricoltori sono colpiti tanto quanto le start-up, le imprese commerciali e le grandi aziende, cioè l’intera economia e anche i dipendenti. Il risultato sono salari più bassi e più disoccupati.

Indebolimento della piazza economica 

Nel complesso, questa iniziativa rappresenta un pericoloso colpo di spugna: indebolisce la Svizzera come piazza economica e quindi la base della nostra prosperità. Un’economia forte e liberale ha bisogno di libertà imprenditoriale e di imposte contenute. Con questa centralizzazione e ridistribuzione fiscale socialista, l’obiettivo è esattamente il contrario. Diciamo dunque no all’iniziativa del 99% della sinistra!

Condividi articolo
Contributi
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Thomas Aeschi
L’UDC ha presentato una chiara strategia per combattere la pandemia di COVID-19 già nel marzo 2020. Se... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Peter Keller
Il Patto federale ha 730 anni ed è ancora molto attuale. Il suo messaggio è: vogliamo decidere... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Verena Herzog
Il "matrimonio per tutti", compresa la donazione di sperma per le coppie lesbiche, è molto controverso dal... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Christoph Blocher
L'ex consigliere federale Christoph Blocher spiega cosa significano i falò accesi dall’UDC e quale strategia deve adottare... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Gregor Rutz
A giugno, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno approvato una nuova legge sulla promozione... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Marco Chiesa
I successi nelle recenti votazioni lo dimostrano: l’UDC è vicina alle preoccupazioni dei cittadini. Questo ci sprona... continua a leggere
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo