Giornale del partito UDC-Parlar chiaro agosto 2021

Il Popolo sta con l’UDC

I successi nelle recenti votazioni lo dimostrano: l’UDC è vicina alle preoccupazioni dei cittadini. Questo ci sprona a rafforzare ulteriormente i valori liberali della Svizzera. 

Il “No” degli elettori svizzeri alla legge sul CO2 del 13 giugno è stato visto dai commentatori come una grande sorpresa. L’UDC, che è stato l’unico partito a combattere la nuova legge costosa, inutile e ingiusta, ottenendo così una grande vittoria. Soprattutto, una vittoria del Popolo. Sarà infatti risparmiato da massicci costi aggiuntivi e dal paternalismo statale. La ragione ha prevalso sui deliri climatici e statalisti. 

Per l’UDC, il super referendum di domenica 13 giugno è stato molto gratificante. La maggioranza si è anche allineata al nostro partito sulle iniziative agricole estreme e la legge MPT sulla lotta al terrorismo. Sulla legge Covid-19 ci siamo espressi per la libertà di voto e la forte minoranza, di quasi il 40 per cento, che ha votato contro dimostra che, anche in questo caso, l’UDC e la sua politica relativa alla pandemia incassano un forte sostegno dalla popolazione. Visto che gli aiuti finanziari federali non sono mai stati minimamente messi in discussione, l’alta percentuale di contrari deve essere visto come un chiaro segnale della popolazione contro le misure sproporzionate del Consiglio federale. 

L’aria della città ti rende meno libero 

I recenti successi dell’UDC alle urne dimostrano che il nostro partito è sulla buona strada e porta avanti una politica a favore dei cittadini svizzeri. Già nel caso dell’iniziativa popolare sul divieto di dissimulare il viso, siamo stati in grado di far passare le nostre posizioni contro un numero schiacciante di oppositori alle urne. 

Ciò conferma una scoperta che è diventata sempre più chiara negli ultimi anni: è la popolazione rurale che tiene alta la bandiera della libertà. 

Nel Medioevo si diceva: “L’aria della città rende liberi”. Oggi è il contrario. La popolazione rurale difende i valori liberal-conservatori che hanno reso forte la Svizzera.  Credono nella responsabilità individuale e nella sicurezza della libertà. 

Questi valori svizzeri essenziali hanno trionfato sull’arroganza dei viziati abitanti delle città che se ne fregano se i prezzi della benzina aumentano in modo massiccio. Hanno tram e autobus a portata di mano. Questo non è il caso della stragrande maggioranza degli svizzeri, ma anche delle numerose PMI che costituiscono la spina dorsale della nostra economia. Per questo fanno bene a difendersi da un avido stato redistributivo che entra sempre più sfacciatamente nelle loro tasche. 

Sto osservando qualcosa come una nuova guerra culturale qui: la lussuosa sinistra e i Verdi paternalisti nelle città contro i cittadini amanti della libertà nelle campagne. Una parte incarna una politica ideologica e moraleggiante, l’altra rappresenta la ragione e le soluzioni realistiche. 

Come presidente dell’UDC, sto facendo tutto ciò che è in mio potere per assicurare e preservare una Svizzera libera e democratica. So che tutti voi lavorate con grande impegno per i nostri valori e per il nostro partito. Vi ringrazio molto per questo!  

Condividi articolo
Circa l‘autore
UDC Presidente del partito UDC Svizzera (TI)
Contributi
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Thomas Aeschi
L’UDC ha presentato una chiara strategia per combattere la pandemia di COVID-19 già nel marzo 2020. Se... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Sandra Sollberger
I giovani socialisti vogliono ancora una volta silurare la nostra economia e quindi la nostra prosperità con... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Peter Keller
Il Patto federale ha 730 anni ed è ancora molto attuale. Il suo messaggio è: vogliamo decidere... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Verena Herzog
Il "matrimonio per tutti", compresa la donazione di sperma per le coppie lesbiche, è molto controverso dal... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Christoph Blocher
L'ex consigliere federale Christoph Blocher spiega cosa significano i falò accesi dall’UDC e quale strategia deve adottare... continua a leggere
Giornale del partito
Condividi articolo
30.07.2021, di Gregor Rutz
A giugno, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno approvato una nuova legge sulla promozione... continua a leggere
Unione democratica di centro UDC, Segretariato generale, Casella postale, 3001 Berna
Tel.031 300 58 58 – Fax031 300 58 59 – E-Mail:info@svp.ch – PC:30-8828-5

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo