Comunicato stampa

L’UDC esige un’applicazione cristallina del divieto di dissimulazione del viso e rifiuta l’auto-arricchimento del Parlamento.

Il gruppo parlamentare dell’UDC si è riunito oggi a Walliswil, vicino a Niederbipp (BE), in preparazione della sessione estiva.

Condividi Stampa articolo

Che si tratti di burqa o di vandali mascherati di sinistra: la popolazione svizzera ha votato nel 2021 per il divieto di dissimulazione del viso. Un grande successo per il comitato d’iniziativa guidato dal consigliere nazionale dell’UDC Walter Wobmann. La volontà del Popolo è chiara: l’estremismo religioso, i teppisti e i criminali violenti non devono potersi nascondere dietro un burqa o qualsiasi altra forma di copertura del viso. Per questo motivo il gruppo parlamentare dell’UDC respinge le inconsistenti possibilità di esenzione durante le manifestazioni che il Consiglio federale prevede nella sua proposta di legge. 22.065 | Legge federale sul divieto di dissimulare il viso | Oggetto | Il Parlamento svizzero

L’UDC si oppone al vergognoso auto-arricchimento del Parlamento Il gruppo parlamentare dell’UDC, così come la rappresentanza dell’UDC nell’Ufficio della Camera, si oppone all’unanimità allo spudorato auto-arricchimento dei parlamentari. Il gruppo rifiuta fermamente sia l’aumento delle prestazioni sociali che l’adeguamento al rincaro. 23.404 | Indennità di rincaro sulle retribuzioni e sulle indennità dei parlamentari | Oggetto | Il Parlamento svizzero

Avrebbe rappresentato un’ulteriore violazione dell’iniziativa contro l’immigrazione di massa: la maggioranza di centro-sinistra del Consiglio Nazionale voleva semplificare l’accesso al mercato del lavoro per gli stranieri con titoli universitari svizzeri. 22.067 | Legge federale sugli stranieri e la loro integrazione. Ammissione agevolata di stranieri con un di-ploma universitario svizzero | Oggetto | Il Parlamento svizzero. Ora, quantomeno, la Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio degli Stati ha tirato il freno a mano. Essa condivide l’argomentazione dell’UDC: il disegno di legge nel suo complesso viola l’articolo 121a della Costituzione federale, che prevede un tetto massimo annuale e quote per i cittadini di paesi terzi. Il gruppo UDC respinge all’unanimità la proposta di legge.

In seguito, il gruppo UDC ha visitato il “Baustoffpark Walliswil” vicino a Niederbipp e ha scambiato opinioni con la direzione e i dipendenti.

 
Di più sul tema
Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli Vedere i dettagli
Sono d'accordo